bellezza sostenibile i brand k beauty

Bellezza sostenibile: i 4 eroi della k beauty

La sostenibilità è un tema che si è proposto da poco all'attenzione del mondo del beauty. Oggi le tendenze puntano verso uno stile di vita sostenibile che va nella direzione del rispetto della persona e dell’ambiente. Sappiamo in cosa consiste la bellezza sostenibile, ma come si declinano invece i parametri dell’ecosostenibilità per le confezioni dei cosmetici?

Il processo verso la bellezza sostenibile

Decenni di sviluppo economico forzato, basati sul consumismo e sulla mentalità dell’usa e getta, hanno prodotto tonnellate di plastica che ora inquinano il mondo e si accumulano in gigantesche isole galleggianti negli oceani. 

L’industria del beauty non è di sicuro tra le più inquinanti del pianeta, ma ha fatto di sicuro la sua parte. 

La sensibilità dei consumatori inizia a risvegliarsi su temi ambientali e sempre più brand si attivano e sviluppano una mission ecologica impegnandosi a fondo per contribuire allo sviluppo di una bellezza sostenibileThe K Beauty ha scelto sia la strada della cosmesi coreana biologica e naturale sia la strada dell’ecosostenibile. Non è facile e non sono diffuse le aziende che curano entrambi gli aspetti del bio e della sostenibilità nel panorama della cosmesi coreana. 

In questa guida vogliamo presentarvi i brand paladini della clean beauty con cui The K Beauty ha l’onore di collaborare. Vediamo quali sono le aziende più virtuose nel rispettare il nostro adorato pianeta Terra.

Come si definisce una confezione ecosostenibile?

In estrema sintesi si tratta di una confezione che non contribuisce all’inquinamento dell’ambiente. Detto così è semplice, in realtà pensare, produrre e proporre confezioni che usano materiali biodegradabili, ottenuti da fonti riciclabili o sostenibili coinvolge un gran lavoro di progettazione, di selezione dei fornitori e delle lavorazioni. L’industria non è ancora pronta a lavorare a pieno regime sull’ecosostenibile e riciclare la plastica e il vetro, produrre confezioni facilmente smaltibili ma resistenti, produrle con sistemi che non sprechino risorse ambientali come l’acqua e l’energia è ancora qualcosa di difficile, costoso e che richiede una scelta decisa e una forte determinazione.

Quali sono i materiali sostenibili?

Il ventaglio dei materiali che è possibile usare per ottenere confezioni ecosostenibili è più ampio di quanto non si possa pensare:

  • Bamboo – Il bambù è una fonte di materia prima estremamente rinnovabile che cresce a un ritmo più veloce rispetto alla maggior parte dei legni duri. La trama del bambù gli conferisce un aspetto unico che piace molto alle persone. L’uso di imballaggi di bambù consente di piantare più foreste di questo arbusto a crescita rapida, il che è positivo per l’ambiente perché i bambù assorbono circa cinque volte più anidride carbonica dall’aria rispetto ad altri alberi d’erba.
  • Canna da zucchero – La canna da zucchero ha attirato l’attenzione come materiale ecosostenibile da cui aspettarsi una rapida rigenerazione delle risorse perché ha un tasso di crescita più veloce degli alberi. In particolare, la carta ottenuta dalla canna da zucchero è più significativa come risorsa sostenibile in quanto è realizzata utilizzando sottoprodotti agricoli scartati dagli zuccherifici invece del legno.
  • Vetro e metallo – Questi due materiali hanno un basso impatto ambientale, possono essere riciclati con grande facilità e non rilasciano tossine nel prodotto che contengono.
  • Cartone compostabile – La carta è un altro materiale altamente biodegradabile e compostabile. Deve provenire da una foresta gestita in modo sostenibile e realizzata con un processo di lavorazione che non spreca risorse. Per poter essere completamente compostabile è importante che le confezioni esterne non siano stampate con inchiostri chimici o plastificate o ancora siano applicate etichette in plastica o che usano colla chimica.
  • Plastica Riciclata (PCR) – Questa sigla identifica la plastica riciclata post consumo, quindi si usa e riusa un materiale che è stato già introdotto nell’ambiente evitando di immetterne di nuovo e nello stesso tempo evitando che possa essere abbandonato nella natura.
  • Silicone  Il silicone è un materiale realizzato con la silice, che proviene dalla sabbia. Utilizzato come alternativa alla plastica, è più resistente al calore, malleabile e durevole. Sebbene non sia biodegradabile, non si decompone per rilasciare tossine nel suolo e nell’acqua come la plastica e può essere riciclato per una maggiore sostenibilità.

Chi sono i brand coreani campioni di bellezza sostenibile?

Aromatica il brand dell'ecosostenibilitàL’impegno del brand per una bellezza sostenibile è molto forte: la sua mission recita “Crediamo in un mondo più responsabile e ci impegniamo a condurre attività commerciali sostenibili nella produzione e distribuzione di prodotti per preservare l’ambiente con amore e rispetto.” Tutti gli aspetti del business, inclusa la scelta dei fornitori, delle materie prime, dei packaging e dei distributori, va nell’unica direzione dell’ecosostenibilità. Aromatica usa solo vetro e plastica riciclata post consumo, inchiostro di soia per stampare le confezioni e cartone proveniente da fonte sostenibile.

Aromatica bellezza sostenibile

Benton il brand coreano tutto naturale per tornare giovani

Il brand si sta avviando gradualmente ma in modo deciso su un percorso di completa sostenibilità ampliando la sua mission dalla clean beauty all’impatto ambientale.

Ha sostituito tutte le confezioni esterne con materiale derivato dalla canna da zucchero e stampato con inchiostro di soia. Ha iniziato ad utilizzare plastica riciclata post consumo per i flaconi interni e sta adottando politiche di riduzione della plastica e controllo nell’utilizzo delle risorse.

The Konjac Sponge Company

The Konjac Sponge Company è un brand che letteralmente nasce affondando le sue radici nella natura. Infatti oggetto di tutto il business di The Konjac Sponge è il konjac. Il konjac è un tubero che opportunamente lavorato dà origine a delle spugne di pulizia che riportano in vita una tradizione coreana molto antica.

A questo The Konjac Sponge Company ha associato una ricerca molto attenta sul packaging e propone confezioni completamente biodegradabili dove la carta proviene da foreste sostenibili, gli inchiostri sono vegetali e la finestrella trasparente è di cellulosa acetata.

Toun28 il brand biologico ed ecostenibile

Toun28 è una delle start up di maggiore successo nel panorama della cosmesi coreana, un brand che ha scelto una strada molto difficile che si fonda sul biologico e sull’estrema sostenibilità. Il brand ha come mission “Non pensiamo solo all’ambiente. Agiamo per l’ambiente.”

TOUN28 ha sviluppato una confezione di carta biodegradabile per i cosmetici per ridurre l’uso della plastica. TOUN28 ha tentato oltre 500 volte di sviluppare la prima confezione di carta da fonte riciclata. Ancora in viaggio per realizzare un contenitore di carta biodegradabile al 100% senza tappo di plastica, nel frattempo offre confezioni di carta ecosostenibile che tutti credevano impossibili.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Ilaria

Ilaria

Sono una professionista digitale dal cuore analogico. La passione per la cosmesi coreana mi ha spinta a diventare imprenditrice, blogger, vlogger e chi più ne ha più ne metta...dove mi porterà alla fine non ne ho ancora idea!

1 pensiero su “Bellezza sostenibile: i 4 eroi della k beauty

  1. […] un gesto insignificante, ma può avere un enorme impatto ambientale e rendere possibile una bellezza sostenibile. Sperimenta questi o altri modi divertenti per riciclare i tuoi vuoti e condividili con noi […]

Lascia un commento

Articolo Correlati