Essence coreane The K Beauty

Essence: il cuore della beauty routine coreana

La essence coreana è la protagonista assoluta della k beauty ed ha portato una ventata di innovazione nella cosmesi occidentale. Un prodotto nuovo inventato dai coreani.

Scopriamo insieme cos’è e come si usa, ma soprattutto perché le essence coreane sono le migliori.

Il mitico step 5 della beauty routine coreana

In questo articolo farò chiarezza sul mitico step 5 della korean routine, cardine dell’intera beauty routine coreana. 
Per iniziare a comprendere  il valore dell’approccio k beauty è  importante dire che le donne coreane sono le consumatrici più intensive di cosmetici del mondo. A differenza delle donne occidentali, hanno un approccio di prevenzione che le spinge a proteggere il viso dal photoaging, ad idratarlo e a trattarlo con diversi prodotti. Infatti seguono religiosamente i 10 step  sia la mattina che la sera e ricorrono spesso ad extra trattamenti. Per loro non è mai troppo e usano la tecnica del layering per stratificare i cosmetici dalla consistenza più leggera a quelle più corpose. 

Sono molto esigenti nei confronti della performance dei prodotti e amano poter personalizzare al massimo le loro routine. Le cambiano anche molto spesso. 
Questo genera una grande offerta di prodotti che hanno tutti sfumature diverse e sono in estrema concorrenza tra di loro. 

In questo scenario sofisticato, torniamo alla beauty routine e allo step 5.
Arriva dopo la doppia pulizia ed il tonico, e si esegue con una  essence che è un siero idratante di base.

Che differenza c’è tra il tonico e la essence coreana

Una prima confusione riguarda la differenza tra il tonico e la essence e quando utilizzare questi prodotti. C’è chi dice prima essence e poi tonico e chi inserisce le face mist tra le essence. Sbagliato. 
La sequenza corretta è prima il tonico e poi la essence.
Il tonico ha texture più liquida e serve a preparare la pelle a ricevere gli attivi dei prodotti successivi.
La essence ha generalmente una texture trasparente e gellosa ed ha il compito di proseguire l’idratazione iniziata con il tonico, apportando il maggiore carico di attivi di tutta la routine.

Le first essence

Nell’estrema varietà di prodotti offerti dalla k beauty, ci sono dei tonici molto strutturati o delle essence più leggere.
In particolare esistono delle essence dalla consistenza semiliquida che prendono il nome di first essence.  Si tratta di prodotti intermedi tra i 2 step, che possono essere interpretati come 2 in 1.
Qui si entra in un gioco di sfumature per cui una first essence è in realtà più leggera della combinazione di un tonico ed una essence e rappresenta un prodotto che può essere utilmente utilizzato per sintetizzare i due step della beauty routine. Le first essence possono essere anche combinatetra loro per ottenere extra idratazione. Ad esempio si salta il tonico e si usano due essence.
Alcuni esempi dall’assortimento di The K Beauty sono:

Perché tanta confusione?

Nella cosmesi occidentale il siero è considerato un cosmetico di extra trattamento e siamo abituate e vedere delle piccole ampoule che non vanno oltre i 30 ml e che costano un rene.

La K beauty invece propone dei prodotti che hanno dimensioni molto generose, anche da 100 o 130 ml, perché l’uso è intensivo e la essence è considerato un cosmetico di base irrinunciabile.

Confezioni così generose a prezzi del tutto abbordabili, ha fatto confondere le essence con il tonico e ha fatto pensare che fosse una classe di cosmetici a parte. In realtà le essence coreane sono sieri idratanti dalle formulazioni concentrate.
L’innovazione coreana consiste proprio nel proporre questi prodotti per un uso intensivo e di cardine della routine, al posto della crema viso. Infatti nella cosmesi occidentale era proprio la crema ad essere considerata il prodotto idratante per eccellenza.

Prima della rivoluzione coreana, il mercato non proponeva sieri idratanti con taglie generose e prezzi abbordabili e solo ultimamente si sta assistendo ad un’inversione di tendenza che vede le case cosmetiche occidentali proporre sempre più essence e sieri come prodotti di punta al posto delle creme.

Le essence coreane e sieri della cosmesi occidentale: cosa scegliere?

La essence coreana è generalmente il cosmetico di punta di una linea cosmetica, il prodotto su cui un brand compete con gli altri per guadagnare il favore del consumatore. Ma la cosmesi coreana è un’industria molto estesa, popolata da centinaia di brand e migliaia di prodotti dove ovviamente ci sono i prodotti di eccellenza e quelli scadenti. Quindi la risposta alla domanda è dipende: a parità di qualità e di concentrazione, mediamente le essence coreane sono più economiche e formulate con maggiore efficacia di un siero occidentale. Ma è importante sapersi destreggiare all’interno di un’offerta molto ampia per saper distinguere prodotti a basso costo e a basso valore, da prodotti con un rapporto qualità/prezzo favorevole e ottime performance.

Le migliori essence coreane: il consiglio di Ilaria

L’assortimento di The K Beauty è tutto puntato su prodotti biologici e naturali e ho lavorato moltissimo per portare in Italia prodotti validi che meritassero il viaggio dalla Corea. Ne ho provate tantissime e continuo a sperimentare molto. Ho incontrato molti prodotti non all’altezza e mi sono innamorata svariate volte. Ma in generale tutte le essence che propongo hanno un posto nel mio cuore che si allarga sempre più mano mano che le aziende coreano propongono sempre nuovi prodotti.
Qui una selezione ideale per pelle secca, sensibile e matura.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Ilaria

Ilaria

Sono una professionista digitale dal cuore analogico. La passione per la cosmesi coreana mi ha spinta a diventare imprenditrice, blogger, vlogger e chi più ne ha più ne metta...dove mi porterà alla fine non ne ho ancora idea!

2 pensieri su “Essence: il cuore della beauty routine coreana

  1. […] metodo 7 volte può essere eseguito non solo con il toner ma anche con un essence o con la mist.Il viso deve essere perfettamente pulito e asciutto ed è preferibile usare le mani […]

  2. […] metodo 7 volte può essere eseguito non solo con il toner ma anche con un essence o con la mist.Il viso deve essere perfettamente pulito e asciutto ed è preferibile usare le mani […]

Lascia un commento

Articolo Correlati