Doppia pulizia 5 credenze prive di fondamento

Doppia pulizia: 5 credenze prive di fondamento

La doppia pulizia è uno degli argomenti più chiacchierati e dibattuti dai neofiti ma anche dai più esperti di K-Beauty. È il punto di partenza per una buona routine e può influenzare l’efficacia di tutti gli altri step. Per questo genera da sempre molta curiosità, ma anche numerosi fraintendimenti. Proviamo a fare un po’ di chiarezza.

Cos'è la doppia pulizia?

È un metodo di pulizia del viso che prevede l’utilizzo di due tipi di detergenti: un detergente a base oleosa e un detergente a base acqua. Il detergente a base oleosa è ideale per rimuovere le impurità a base grassa come sebo in eccesso, ma anche trucco e smog. Il detergente schiumogeno, invece, elimina le impurità a base acqua come le cellule morte o sudore. 

La doppia pulizia garantisce quindi una detersione profonda e allo stesso tempo delicata perché riesce a rimuovere entrambi i tipi di impurità senza aggredire la barriera idrolipidica della pelle. Purtroppo, gli innumerevoli vantaggi della doppia pulizia non sono ancora ben compresi e adottati da noi occidentali. Abituate a struccare il viso con le acque micellari o il latte detergente, la maggior parte  ha un po’ di diffidenza nell’adottare questa magica routine di pulizia, inoltre circolano ancora alcune false credenze sul double cleansing dure a morire. Vediamo quali sono e scopriamo perché sono completamente infondate. 

“Il detergente a base oleosa non è adatto alla pelle grassa”

Il detergente a base oleosa o cleansing oil è un prodotto adatto a tutti i tipi di pelle. Non esiste sostanzialmente il cleansing oil per pelle grassa o per pelle secca. I detergenti viso a base oleosa sono formulati con oli diversi come quello di nocciolo, di girasole o di albicocca, che possono avere un finish più strutturato o più leggero sulla pelle, ma non sono pensati per un determinato tipo di pelle. Inoltre, anche se può sembrare un paradosso, il cleansing oil esprime il suo meglio proprio sulla pelle grassa perché ne rimuove delicatamente tutto il sebo, proteggendola ed evitando che reagisca a pulizia aggressiva con iperproduzione di sebo.

In realtà, usare un detergente viso a base oleosa è l’unico modo efficace per eliminare le impurità a base di grasso, perché l’olio elimina l’olio. Inoltre, è sbagliato pensare che la pelle sia perfettamente detersa quando sentiamo la tipica sensazione di pelle che tira. In realtà, non è un buon segno, perché vuol dire che la detersione è troppo aggressiva. 

Il Cleansing Oil che ha ricevuto più premi

“Non ho bisogno di usare un cleansing oil se non mi trucco”

I cleansing oil sono perfetti non solo per eliminare ogni traccia di trucco, ma ogni tipo di impurità a base di olio che si accumula sul viso. Rimuovono, infatti, tutto il sebo in eccesso che il viso produce durante la giornata, lo smog, e il filtro solare. I detergenti viso a base oleosa hanno la funzione di eliminare lo strato di impurità superficiale, in questo modo permettono al detergente a base acqua di penetrare ancora più in profondità e di pulire i pori in profondità aiutandoli a ridursi. 

Il Cleansing Oil bestseller

“La doppia pulizia si può saltare di mattina”

Potresti pensare che sia inutile usare dei detergenti viso a base oleosa come il cleansing oil subito dopo esserti alzata dal letto, dato che non devi rimuovere il trucco o il filtro solare… ma non è così!
Durante la notte il viso produce sebo e accumula impurità a base grassa sulla pelle che, come abbiamo già detto, devono essere rimossi con un detergente a base oleosa. Anche se non si ha una pelle grassa, è opportuno usare un detergente a base oleosa anche per rimuovere i residui di skincare serale: la pelle secca potrà avere l’accortezza di fare una doppia detersione mattutina a giorni alterni. In breve, è sempre meglio effettuare la doppia pulizia mattutina. In questo modo avrai un viso più fresco e pulito e soprattutto massimizzerai gli effetti della tua beauty routine permettendo agli attivi di penetrare al meglio.

Il detergente super lenitivo che diventa spuma

“I detergenti schiumogeni rendono la pelle ancora più secca”

Uno dei miracoli della cosmesi coreana è che formula dei detergenti viso a base acqua che non seccano la pelle e non lasciano la sensazione di pelle tesa perché disidratata. In particolare i detergenti biologici e naturali, privi di tensioattivi chimici riescono ad essere efficaci e super delicati. Se la tua pelle è secca o sensibile, devi semplicemente scegliere un detergente delicato che contenga ingredienti lenitivi come tè verde, calendula o camomilla in grado di ridurre l’effetto disidratante della pulizia e di ristabilire il pH della pelle. Inoltre, se hai effettuato lo step 1, nello step successivo avrai meno impurità da rimuovere e un detergente viso delicato sarà più che sufficiente. 

Il detergente testato anche sui neonati

“La doppia pulizia è eccessiva”

Quando sentiamo quella fastidiosa sensazione di secchezza e tensione sulla pelle non è colpa della doppia pulizia, ma dell’utilizzo di detergenti troppo aggressivi per la nostra pelle. I cleansing oil rimuovono le impurità senza privare la pelle dei lipidi essenziali per mantenere inalterato l’equilibrio idrolipidico della pelle. Come abbiamo già detto, se sceglierai dei detergenti viso  biologici, delicati e adatti alla pelle sensibile, non incorrerai mai in nessun effetto indesiderato e otterrai solo una pelle più pulita e pura. Te ne accorgerai subito, perchè i benefici della doppia pulizia si manifestano dopo pochissime applicazioni.

La sintesi sulla doppia pulizia

Effettuare la doppia pulizia mattina e sera è quindi un rituale irrinunciabile. Previene macchie e imperfezioni, prepara la pelle per gli step successivi della beauty routine e rende più efficace l’assorbimento dei principi attivi. La doppia pulizia è sempre la scelta giusta. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Ilaria

Ilaria

Sono una professionista digitale dal cuore analogico. La passione per la cosmesi coreana mi ha spinta a diventare imprenditrice, blogger, vlogger e chi più ne ha più ne metta...dove mi porterà alla fine non ne ho ancora idea!

Lascia un commento

Articolo Correlati