La pulsatilla coreana nella cosmesi coreana

Pulsatilla coreana una piantina “leggendaria” e curativa per la pelle

La pulsatilla coreana è un fiore molto usato nella cosmesi coreana per le sue proprietà benefiche ed è inserita nella formulazione di molti cosmetici.

La pulsatilla coreana appartiene alla famiglia delle ranuncolacee. E’ una pianta perenne che fiorisce a maggio, è ermafrodita, dotata quindi dell’organo riproduttivo sia femminile che maschile, ed è impollinata dagli insetti.
I principi attivi, molto usati nella cosmesi coreana, si estraggono dalla radice e sono fortemente lenitivi, calmanti, antibatterici e antimicotici.

La leggenda

 A questa piantina è legata una leggenda che esprime bene i valori confuciani su cui è fondata la società coreana.
La pulsatilla coreana infatti è chiamata “il fiore della nonna” per una tenera leggenda popolare che fa particolare riferimento alla cura e al rispetto per gli anziani.

La leggenda racconta di una mamma vedova che aveva la schiena curva e tre figlie.

La prima figlia era bella e abile con le mani, sposò un uomo ricco.
La seconda figlia era meno bella ma sapeva cucinare molto bene e sposò un uomo benestante.
La terza figlia non era bella, ma aveva un cuore puro e gentile e sposò un uomo umile e buono. Tutte le figlie promisero di tornare ad occuparsi della madre quando fosse diventata anziana, ma nessuna tornò.

Il viaggio dell’anziana madre

Non potendo più vivere da sola, l’anziana madre decise di andare dalle figlie pregustando il caldo benvenuto che avrebbe ricevuto.
La prima e la seconda figlia, con una scusa o con un’altra, la misero alla porta. La madre proseguì il viaggio verso l’ultima figlia che abitava più lontano. Dovendo superare delle montagne ed essendo stremata da viaggio, la madre crollò nella neve senza più rialzarsi. La figlia più giovane, che aveva il costante pensiero della madre, si mise in viaggio per andarla a trovare e la trovò ormai esamine.
La seppellì vicino casa, piangendola con dolore sincero, e la primavera successiva trovò un fiorellino delicato spuntato sulla sua tomba.
Il fiore aveva il gambo piegato e ricordava la schiena dell’anziana madre, così la figlia lo soprannominò “il fiore della nonna” ricordando con tenerezza l’anziana.

Fin qui la leggenda, ma la pulsatilla coreana non è solo protagonista di una leggenda, è anche una pianta molto utilizzata nella medicina tradizionale.

La pulsatilla coreana e la medicina tradizionale

La pulsatilla coreana riveste un ruolo importante nella medicina tradizionale coreana. Trova i suoi migliori utilizzi nella cura di raffreddori, tosse, problemi nervosi, stress, infezioni dell’occhio e delle orecchie, fino ad arrivare alla malaria e a disordini respiratori e cardiaci.
Questo perché ha un effetto fortemente calmante e lenitivo sul sistema nervoso. Effetto molto usato anche in omeopatia per sedare stati d’ansia, depressione e sbalzi d’umore.

I principi attivi

I principi attivi della pulsatilla coreana si estraggono dalla sua radice. Questa è ricchissima di ranuncoline, anemonine, protoanemonine, triterpeni e saponine che concorrono tutte a lenire la pelle e a svolgere funzione antibatterica e antimicotica. Ecco perché la pulsatilla coreana è generosamente infusa nelle formulazioni della cosmesi coreana e costituisce un ingrediente distintivo in detergenti, tonici ed essence.

I cosmetici con la pulsatilla coreana

In particolare Benton utilizza la pulsatilla coreana per ottimizzare il suo sistema conservante tutto naturale e biologico. La pulsatilla coreana è sapientemente associata al Pepe del Sichuan e all’usnea barbata, un lichene dalle molte proprietà. I principi attivi sono estratti con un’avanzata tecnologia ad ultrasuoni e il sistema conservante così ottenuto lo troviamo in tutta la linea Snail Bee High Content, nella nuova linea Cacao Moist and Mild e nella linea Fermentation. Potremmo dire che è un vero e proprio marchio di fabbrica di questo brand leader di cosmesi coreana!

Anche Jina Lee di Urang ama molto la pulsatilla coreana e ha inserito questo prezioso principio attivo lenitivo e calmante in molti suoi prodotti. Urang si distingue proprio per la delicatezza dei suoi prodotti, adatti a pelle ultra sensibili e reattive.

Infine Aromatica , il brand pioniere in Corea per il suo impegno verso l’ambiente e l’eco sostenibilità, l’ha inserita nella Rose Absolute Eye Cream la crema contorno occhi a base di rosa damascena.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Ilaria

Ilaria

Sono una professionista digitale dal cuore analogico. La passione per la cosmesi coreana mi ha spinta a diventare imprenditrice, blogger, vlogger e chi più ne ha più ne metta...dove mi porterà alla fine non ne ho ancora idea!

3 pensieri su “Pulsatilla coreana una piantina “leggendaria” e curativa per la pelle

  1. […] radice di liquirizia, Estratto di portulaca, Estratto del frutto del Pepe del Sichuan, Estratto di Pulsatilla Coreana, Estratto di Lichene, Estratto della radice di Igname Cinese, Estratto di crusca di Riso, Olio di […]

  2. […] varietà autoctone differenti dall’occidente: avevate mai sentito parlare di centella asiatica, pulsatilla coreana, poligono del Giappone (He Shou Wu) e pepe del […]

  3. […] espressione della tipicità della flora coreana. Infatti nelle formulazioni di Benton troviamo la pulsatilla coreana, il tea tree coltivato nella regione del Boseong e la centella […]

Lascia un commento

Articolo Correlati