Scrub cuoio capelluto

Scrub del cuoio capelluto: perché è importante

Fare uno scrub del viso e del corpo è un'abitudine ormai irrinunciabile e tutte siamo consapevoli di quanto possa essere salutare per la nostra pelle. Non è così invece per lo scrub del cuoio capelluto. Eppure è una parte del corpo che beneficia tantissimo degli effetti di un trattamento esfoliante.

Così come avviene per qualunque zona della nostra pelle, anche sul cuoio capelluto si accumulano impurità e cellule morte che possono occludere i pori. Anzi, il cuoio capelluto è particolarmente soggetto al deposito giorno dopo giorno di una serie di residui che vanno dai prodotti che usiamo per lo styling, come lacca e gelatine, allo smog e alle polveri.

Perché fare lo scrub

Capelli forti e sani necessitano di un ambiente altrettanto sano per crescere. Lavare i capelli regolarmente è sicuramente importante, ma non è sufficiente per rimuovere tutte le impurità. Lo shampoo infatti è pensato per le lunghezze e non per il cuoio capelluto. Ecco perché è fondamentale effettuare periodicamente anche un’esfoliazione della cute della testa che non viene raggiunta dall’abituale pulizia. Tralasciare questo aspetto può avere un impatto non indifferente sulla salute dei capelli perchè i pori si occludono e i capelli si indeboliscono.

A cosa serve lo scrub

Fare uno scrub almeno una o due volte al mese equivale a un trattamento rigenerante e ristrutturante per il cuoio capelluto. L’esfoliazione del cuoio capelluto apporta innumerevoli benefici:

  • purifica in profondità cute e capelli,
  • riequilibra i livelli di pH e ha un effetto detossinante,
  • stimola i follicoli piliferi favorendo la crescita di una chioma più forte e più sana.

Inoltre dopo la scrub la cute è più ricettiva nei confronti di altri trattamenti più specifici, come per esempio l’applicazione di fiale per rinforzare i capelli, e assorbe meglio i principi attivi. 

Come si fa lo scrub

Il modo più semplice per fare lo scrub è suddividere i capelli in sezioni in modo da poter raggiungere più facilmente il cuoio capelluto. Dopodiché bisogna massaggiare delicatamente il prodotto con i polpastrelli sui capelli umidi o bagnati, insistendo in particolare su alcune zone: sopra le orecchie, sulla nuca e sulla riga centrale. Un piacevole massaggio in senso circolare aiuta a stimolare anche la microcircolazione cutanea e  dopo avere sciacquato abbondantemente i capelli, si può procedere con shampoo e balsamo.

Routine coreana per capelli: prima il cuoio capelluto

Nella beauty routine coreana per capelli, la detersione del cuoio capelluto è uno step fondamentale. Le donne coreane tengono molto al rituale dell’esfoliazione che eseguono spesso nelle spa pubbliche aiutandosi a vicenda e facendone uno strumento di contatto e socializzazione.

Secondo gli studiosi coreani, utilizzare periodicamente uno scrub per il cuoio capelluto prima dello shampoo accresce la salute dei capelli: li rende meno inclini alla rottura e all’effetto crespo e ne favorisce la crescita. In effetti, pensiamo a come potrebbe diventare opaca e spenta la pelle del viso senza un peeling periodico!

Scrub del cuoio capelluto fatto in casa

Per prendere confidenza con questo particolare trattamento e capire come reagisce la nostra cute, possiamo provare a preparare in casa uno scrub con ingredienti naturali facilmente reperibili, un’attività che potrebbe rivelarsi molto divertente. Ecco una ricetta davvero semplice e veloce ma di grande efficacia. 

Perché è importante lo scrub del cuoio capelluto

Scrub esfoliante al caffè

Mescola in una ciotolina 2 cucchiai di caffè in polvere, 2 cucchiai di olio di oliva, 2 gocce di olio essenziale di tea tree. Applica il composto sui capelli bagnati. Massaggia delicatamente il cuoio capelluto con movimenti circolari e risciacqua abbondantemente. 

Se non hai tempo di creare uno scrub casalingo, passa al paragrafo successivo per scoprire la meraviglia del Rosemary Scalp Scrub.

Rosemary Scalp Scrub: il peeling mush have

Il brand AROMATICA ha formulato una linea dedicata alla cura dei capelli veramente innovativa e molto apprezzata a livello internazionale. Il primo prodotto in ordine di utilizzo è il Rosemary Scalp Scrub, un eccezionale peeling formulato per eliminare forfora, eccesso di sebo e cellule morte dal cuoio capelluto in maniera  veramente efficace. Deterge in profondità i follicoli piliferi e rimuove facilmente tutte le impurità accumulate nei pori grazie all’azione esfoliante dei sali del Mar Morto

Gli estratti di rosmarino, bhringaraj, coriandolo, origano e basilico aiutano, invece, a calmare il cuoio capelluto irritato e a ottenere capelli più sani e forti. Si può usare 1 o 2 volte a settimana al posto dello shampoo. In caso di cute grassa è preferibile effettuare una doppia pulizia facendo un secondo shampoo con Rosemary Scaling Shampoo, in questo modo si otterrà un trattamento ancora più purificante e rinfrescante. 

Rosemary Scalp Scrub ha anche il merito di essere un prodotto biologico ed ecosostenibile. Le microplastiche sono particolarmente dannose per l’ambiente marino e in questo prodotto sono sostituite dai sali del Mar Morto. Inoltre l’intera confezione è ottenuta da plastica riciclata post consumo PCR per ridurre al minimo l’immissione nell’ambiente di nuova plastica.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Ilaria

Ilaria

Sono una professionista digitale dal cuore analogico. La passione per la cosmesi coreana mi ha spinta a diventare imprenditrice, blogger, vlogger e chi più ne ha più ne metta...dove mi porterà alla fine non ne ho ancora idea!

Lascia un commento

Articolo Correlati