Organic Flowers Olive Leaf Mist Whamisa

Olive Leaf Mist di Whamisa

La prima mist non si scorda mai: ho provato la mia prima mist, Olive Leaf Mist di Whamisa qualche tempo fa, quando mi sono imbattuta nel rutilante mondo della cosmesi coreana. Ho scelto di iniziare a conoscere la Korean Beauty partendo da questo prodotto perchè, sostanzialmente sono pigra e scordarella: le mie creme idratanti durano molto tempo soprattutto perchè non ricordo di metterle, se non quando la pelle tira e grida aiuto. Quindi l’idea di avere uno spray in borsa che in qualsiasi momento della giornata nutrisse la pelle del viso, senza ungerla, mi ha molto incuriosito.

Le prime volte che ho usato Olive Leaf Mist di Whamisa mi sono sentita piacevolmente coccolata soprattutto dall’odore, che è fresco, non invasivo e solo leggermente persistente. Una cosa che mi ha colpito di questo prodotto è stata la facilità con la quale venisse assorbito dalla pelle. Per quanto riguarda gli effetti diretti, i primi giorni non ho notato particolari miglioramenti. Solo dopo la prima settimana ho iniziato a sentire la pelle più morbida e compatta. Questa sensazione positiva mi ha incoraggiato a usarla più spesso delle 2 o 3 volte al giorno che mi ero prefissa, da quel momento in poi è successo che la mia pelle ha iniziato a essere idratata, luminosa e compatta.

Ho portato Olive Leaf Mist di Whamisa con me in montagna ed è stato molto piacevole scoprire di avere un alleato nella mia battaglia contro l’escursione termica, dalle situazioni di interni caldissimi a quelle del gelo esterno. Soprattutto la spruzzata nei momenti dove dal freddo si passava al caldo era particolarmente di aiuto perchè leniva il rossore e la sudorazione. Un’altra situazione nella quale si è rivelata molto utile, sono state le mie passeggiate nel centro della città in bici o a piedi: solitamente dopo un’ora in mezzo allo smog la mia pelle si ribella e inizia a tirare un pò, Olive Leaf Mist di Whamisa mi ha aiutato a contrastare questa sensazione, ed a restituire al viso l’elasticità e la morbidezza naturale.

L’assenza di acqua negli ingredienti, sostituita con estratto di aloe, ha dato beneficio alla mia pelle, soprattutto perchè ho notato che l’effetto dopo la stesura durava per qualche minuto e che la pelle non tirava. La consistenza del prodotto è oleosa al punto giusto, anzi al tatto sembra quasi lasciare tracce di unto mentre sulla pelle del viso viene assorbita molto facilmente.

Il packaging di Olive Leaf Mist è molto curato e divertente: all’interno dello spray infatti c’è una foglia di oliva, che ricorda l’ingrediente principale di questa mist.

Al momento quello che posso dire è che d’ora in avanti non potrò più fare a meno della mia Olive Leaf Mist di Whamisa.

Ingredienti

INCI:* Estratto di foglia di Aloe Maculata, Olea Europaea (olivo) foglia oliva, Caulerpa Lentillifera Estratto, * alcol, * Olea Europaea (olivo) foglia Estratto di oliva, * Rhodiola Rosea radice estratto, * Saururus Chinensis foglia/Root Extract, * Angelica Keiskei foglia/staminali estrarre, * Dioscorea Opposita (Wild Yam) Root Extract, * Centella Asiatica Estratto, * Camellia Sinensis Leaf Extract, * Lactobacillus / fermento di riso, * Lactobacillus/Avena Satica (Oat) Ferment Extract filtrato, * Lactobacillus / Chrysanthemum Sinense fiore fermento del filtrato, * Lactobacillus / Nelumbium Speciosum fiore fermento del filtrato, * Lactobacillus / Dandelion Root / foglia estratto Ferment filtrato, Evernia Evernia (muschio di quercia) estrarre Oakmoss, Cetraria Islandica Extract, * Estratto di radice di Scutellaria Baicalensis, * Paeonia Suffruticosa Root Extract, * Estratto di radice di Glycyrrhiza Glabra (liquirizia), Natto Gum, * propandiolo, gomma del xantano, gomma Cyamopsis Tetragonoloba (Guar), olio di legno di Aniba Rosaeodora (palissandro), Geranium Maculatum olio , Citrus Aurantium Bergamia (bergamotto) Fruit Oil (* certificato da agricoltura biologica, * conservante naturale, * Ecocert)

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Ilaria

Ilaria

Sono una professionista digitale dal cuore analogico. La passione per la cosmesi coreana mi ha spinta a diventare imprenditrice, blogger, vlogger e chi più ne ha più ne metta...dove mi porterà alla fine non ne ho ancora idea!

Lascia un commento

Articolo Correlati