Foam Cleansing Cream detergente Whamisa

Organic Flowers Foam Cleansing Cream di Whamisa

Essendo una fan della cosmesi coreana e in particolare del doppio passaggio di pulizia e poiché preferisco utilizzare cosmetici green, non potevo trattenermi dal provare l’Organic Flowers Foam Cleansing Cream di Whamisa. Il primo brand green coreano certificato  BDIH ed EWG prometteva meraviglie, e allora eccoci qui finalmente pronti con la review.

Sono sempre alla ricerca del detergente viso perfetto per me. Ne ho provati tanti, veramente tanti, ma proprio tanti, e nessuno mi ha soddisfatto completamente. Poi ho pensato, ok, da ora la ricerca dei detergenti viso perfetti per me sarà una sfida. Esagerazione? NO, pelle mista (minuto di silenzio). Ogni portatore sano di pelle mista sa di cosa parlo. La pelle mista, più delle altre tipologie, non si comporta sempre nello stesso modo: reagisce alla temperatura, all’umidità, all’inquinamento, allo stress, all’alimentazione… e a qualunque cosa possa renderla più simpatica e amabile da chi ne è afflitto. C’è da dire che in compenso è la tipologia di pelle che invecchia meglio, quindi se si usano i dovuti trattamenti e accorgimenti, la pelle mista regalerà grandi soddisfazioni. Nel mio caso, per quanto riguarda la detergenza, mi sono attrezzata con tanti diversi prodotti pronti all’uso e al caso. E’ così che la mensola del mio lavandino si è popolata di una bella schiera di detergenti soldatini pronti all’attacco, ognuno con il suo compito e il suo posto nella skincare routine: latte detergente, cleansing oil, gel detergente, mousse detergente (almeno due), crema scrub, peeling enzimatico.

La lista degli ingredienti dell’Organic Flower Foam Cleansing Cream è impeccabile

Cominciamo con il dire che la lista degli ingredienti è impeccabile: 87.28% di ingredienti provenienti da agricoltura biologica. La lista dei principi attivi è molto ricca: si parte dalla’aloe, al riso, al burro di karitè per arrivare al bouquet di fiori fermentati che sono il carattere distintivo di questo brand. Trovate l’analisi dettagliata alla fine della review.

Il prodotto è contenuto in un tubo rovesciato di plastica morbida, ecologica e stampata con inchiostro di soja contenuto in un packaging di cartoncino riciclato che riporta il nome del prodotto anche in caratteri braille. E’molto comodo, ha il foro di uscita abbastanza piccolo e ciò permette di prelevare la giusta quantità di crema, evitando sprechi.
Come molti prodotti di cosmesi coreana che amano cambiare consistenza con l’uso, la cleansing cream uscirà dal tubo come una crema che poi montata tra le mani bagnate si trasformerà in una mousse detergente ricca e morbida.
La modalità d’uso indica la cream come secondo step di detersione dopo il passaggio del detergente a base oleosa, viso e mani bagnate, una nocciola di prodotto da massaggiare, risciacquare  e usare mattina e sera.
E’ un prodotto adatto a tutti i tipi di pelle.
Il ph fornito dall’azienda risulta essere 4.5 – 5. Ottimo considerando che il ph della pelle del viso è mediamente compreso in un intervallo tra 4 e 6,questo  assicura dal punto di vista dell’acidità una corretta detersione, che rispetta il film idrolipidico della pelle.

LE TRE NOMINATION

Posso iniziare a dirvi che sono abbastanza sicura di avere trovato un candidato molto promettente all’oscar per miglior detergente schiumogeno per il secondo step di pulizia del 2017.
Si è infatti meritato la prima nomination per migliore consistenza e confort durante la detersione: al suo primo passaggio sul viso inumidito si apprezza per la cremosità, la scorrevolezza e la morbidezza; quando si emulsiona con acqua sviluppa una schiuma soffice e delicata, ma allo stesso tempo corposa che mi è piaciuta molto a differenza di certe altre cleansing foam evanescenti che spariscono subito e sembra di lavarsi praticamente con acqua. La foam permette una pulizia efficace senza aggredire la pelle grazie al ph correttamente bilanciato e agli agenti lenitivi ed idratanti in essa contenuti. Ha un profumo erbaceo/floreale molto naturale, assolutamente non invasivo, che non persiste dopo il risciacquo. Non brucia se capita negli occhi ma ricordate che è sempre meglio evitare e preferire detergenti specifici per struccare gli occhi.

Seconda nomination meritata invece per la velocità di risciacquo: avete presente quando per eliminare completamente un detergente dal viso dovete risciacquare più e più volte? No, non in questo caso, bastano un paio di splash and everything’s washed away.

Terza nomination, più importante di tutte, per la condizione della pelle dopo aver asciugato il viso: perfettamente pulito, senza residui di trucco, filtri solari, patine, profumi, untuosità ed altre amenità, insomma una pelle pulita, idratata e morbidissima.

Assegnare la terza nomination è stato, in verità, un po’ controverso: quando l’ho utilizzato la cleansing cream come unico detergente, saltando cioè la fase della detersione a base oleosa, mi ha asciugato un po’ troppo la pelle, lasciandomi la tipica fastidiosa sensazione di pelle che tira. Altra perplessità, non mi piace se utilizzato con il clarisonic: la combo risulta aggressiva su di me. Utilizzo il clarisonic soltanto con creme detergenti molto più corpose e grasse e credo semplicemente che per me non sia il prodotto giusto da abbinare.

Concludendo, penso che l’Organic Flowers Foam Cleansing Cream di Whamisa sia un ottimo detergente per il secondo step della double cleansing perché riesce ad eliminare completamente ogni untuosità residua della prima detersione a base oleosa lasciando la pelle perfettamente pulita e idratata.

Utilizzo questo detergente da circa un mese e mezzo, non ho riscontrato problemi, fastidi o irritazioni di alcun tipo. Ne basta veramente pochissimo, pertanto non fatevi scoraggiare dal prezzo, sarà un investimento che durerà mesi e mesi, utilizzandolo una volta al giorno, ho consumato soltanto 10 – 15  ml di prodotto, il flacone full size ne contiene ben 200 ml.

Whamisa produce la minitaglia di quasi tutti i suoi prodotti, fortunatamente anche di questo detergente: Nel dubbio, quindi, consiglio agli incerti di provare la minisize da 20 ml e ai più coraggiosi consumatori compulsivi di detergenti viso come me di lanciarsi e dare direttamente una chance alla full size.
Entrambe le confezioni le trovate qui sul nostro shop online.

Principali ingredienti attivi
Aloe Maculata Leaf Extract (estratto di aloe maculata): antisettico, rigenerante, cicatrizzante, antinfiammatorio
Oryza Sativa (Rice) Extract (estratto di riso): emolliente, restitutivo, idratante, protettivo e antiossidante.
Olea Europaea (Olive) Fruit Oil (olio di oliva): protettivo, antirughe, rigenerante e seboresitutivo
Butyrospermum Parkii (Shea) Butter (burro di karitè): emolliente, idratante, antirughe, elasticizzante  e antiossidante
Vari tipi di fermenti (Lactobacillus/Maculata Aloe Leaf / Molasses Ferment Filtrate, Lactobacillus/Chrysanthemum Sinense Flower Ferment Filtrate, *Lactobacillus/ Nelumbo Nucifera Flower Ferment Filtrate,  *Lactobacillus/Dandelion Leaf/Root Extract Ferment Filtrate): il concetto che sta alla base dei cosiddetti fermentati è, in parole semplici, che gli ingredienti sono parzialmente preventivamente lavorati (‘digeriti’) e questo li rende più facilmente assimilabili dalla pelle.
Glycyrrhiza Glabra Root Extract (Liquirizia): emolliente, lenitivo, antiarrossante e levigante
Camellia Sinensis Leaf Extract (estratto di thè verde): antiossidante, antinfiammatorio
Paeonia Suffruticosa Root Extract: antiossidante, emolliente, rigenerante.

INGREDIENTI
*Aloe Maculata Leaf Extract, *Oryza Sativa (Rice) Extract, **Cetearyl Alcohol, **Stearyl Alcohol, **Cetyl Alcohol, **Decyl Glucoside, *Olea Europaea (Olive) Fruit Oil, *Citrus Junos Fruit Extract, *Lactobacillus/Maculata Aloe Leaf / Molasses Ferment Filtrate, *Camellia Sinensis Leaf Extract, *Butyrospermum Parkii (Shea) Butter, *Beeswax, ***Scutellaria Baicalensis Root Extract, ***Paeonia Suffruticosa Root Extract, ***Glycyrrhiza Glabra (Licorice) Root Extract, *Lactobacillus/Chrysanthemum Sinense Flower Ferment Filtrate, *Lactobacillus/ Nelumbo Nucifera Flower Ferment Filtrate,  *Lactobacillus/Dandelion Leaf/Root Extract Ferment Filtrate, Potassium Hydroxide, Aniba Rosaeodora (Rosewood) Wood Oil, Citrus Aurantium Bergamia (Bergamot) Fruit Oil

*Da agricoltura biologica certifica **Di origine naturale ***Conservante naturale
87.28% di ingredienti provenienti da agricoltura biologica.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Ilaria

Ilaria

Sono una professionista digitale dal cuore analogico. La passione per la cosmesi coreana mi ha spinta a diventare imprenditrice, blogger, vlogger e chi più ne ha più ne metta...dove mi porterà alla fine non ne ho ancora idea!

Lascia un commento

Articolo Correlati